Zona Cesarini

cesariniZona Cesarini. Il calcio, la vita

“La cosa che assomiglia di più alla vita? Un campo di calcio. Lì ci sono tutti i personaggi.”

Renato Cesarini

Chissà per quale misteriosa ragione, pochi conoscono la vita romanzesca di Renato Cesarini, l’uomo della famosa zona. Ad oltre un secolo dalla sua nascita e a seguito di una serie di vicende quasi incredibili, appare questo libro che intende raccontare la storia di un campione fuori dagli schemi e dal tempo. Ogni capitolo – che si apre con le considerazioni di alcuni artisti del calcio di ieri e di oggi – rappresenta un periodo del suo percorso di atleta e di uomo. La storia di Cesarini, amato dai tifosi italiani come “il Cè” e venerato in Argentina come “il Tano” è un viaggio mai banale, il percorso autentico di una vita giocata alla costante ricerca delle emozioni più profonde, in campo e fuori dal campo.

Editore Bompiani
Collana Biografie
Anno 2006
Pagine 209
Lingua Italiano
ISBN: 8845256022


Recensioni e Rassegna Stampa

Il Sole 24 Ore – Cesarini, calcio in paradiso di Antonio Ghirelli >> recensione in pdf

… nel libro che ho sott’occhio, Luca Pagliari dà di quel gol una definizione ulteriore e assai più intrigante, perché lo considera <<un campo che ti proietta in paradiso, mentre la palla muore in fondo alla rete e l’arbitro fischia la fine. La partita termina lì. Rimane solo un tempo sospeso, infinito, per ridere o piangere: la storia è stata scritta>>.
È il primo libro che scrive Pagliari, giornalista e autore radio-televisivo, e che dedica al vecchio campione perché è nato come lui, mezzo secolo dopo, a Senigallia, nelle Marche. Non si tratta, però, di un saggio tecnico e tanto meno dell’esitante prova di un esordiente. L’autore, ultra quarantenne, ha il piglio e il ritmo di un autentico scrittore anche se parte, e non a caso, con l’enorme vantaggio di aver scelto una storia e un protagonista con cui è, dalla prima all’ultima pagina, in perfetta sintonia. Adora il calcio, come Cesarini, ama al tempo stesso il gioco totale su quel campo e l’esperienza totale della vita: piacere, libertà, scommessa, arte. Ed energia, quella di cui era ricchissimo Renato: <<energia allo stato puro, che non poteva andare dispersa>> …

La Gazzetta dello Sport – Da Cesarini alla tragedia dell’Heysel >> recensione in pdf

… Zona Cesarini. Scritto da Luca Pagliari, con la prefazione di Alex Del Piero, è un omaggio al giocatore che aveva l’abitudine di far gol negli ultimi minuti delle partite e che rivela straordinaria umanità …

La Repubblica – Leggende del pallone di Emanuela Audisio >> recensione in pdf

… da settant’anni “zona Cesarini” vuol dire giocarsela fino alla fine, non disperare mai, sapere che nel “novantesimo”, in quell’estremo segmento del tempo, ci sta ancora tutto: partita, possibilità, futuro. Ora un libro racconta la vita romanzesca dell’uomo, Renato Cesarini, che è rimasto inchiodato a quella metafora. Il Cè, poeta dell’ultimo minuto. Figlio di un calzolaio emigrato a Baires, tornò in Italia con sciarpa di seta e gemelli d’oro …

Il Giornale – Nel tango di <<Don Renato>> il gol dura tutta la vita di Daniele Abbiati >> recensione in pdf

… tutto il resto, l’amante del calcio come lezione di vita lo troverà nella bella biografia di <<don Renato>> scritta da Luca Pagliari …
… per narrare questa storia leggendaria, fatta di whiskey e brillantina, olio canforato e fango, tango e notti insonni, Pagliari ha ascoltato molte voci, un fiume di parole dedicate a un mito. Le parole sussurrate da Yuki Nannba, l’attrice argentina che fu sua moglie, le parole affettuose dei suoi compagni e dei suoi allievi come Giampiero Boniperti, il signor Juventus. Le parole, soprattutto, del Cabezon Omar Sivori, per il quale Renato fu, letteralmente, un padre fin dal giorno in cui il piccolo aspirante calciatore di San Nicolas fallì il primo provino peril River Plate, ma il fiuto finissimo del maestro gli concesse la prova d’appello, lanciandolo così nell’olimpo del fùtbol …

Guerin Sportivo – I diari del Cè di Christian Giordano >> recensione in pdf

… a raccontarla, questa bella e per molti aspetti inedita storia, è il suo concittadino Luca Pagliari, che fino a pochi anni fa, per sua ammissione, di Cesarini poco o nulla sapeva e che strada facendo se n’è innamorato. Al punto da istituire in suo nome un premio, organizzare serate a tema, scrivere questa biografia-tributo. Tutto in onore di “el Tano”, l’italiano, l’altro appellativo con cui “don Renato” viene ricordato (e venerato) in Argentina …