Successo di “Storie allo specchio” sabato 29 gennaio al teatro La Fenice di Osimo

08 febbraio 2011 | Eventi

È stato molto bello, emozionante, portare la mia esperienza di giornalista di fronte ad un teatro gremito di studenti. C’era un silenzio che valeva più di mille apprezzamenti. È difficile raccontare storie come quella di Kristel, uccisa a 19 anni da una pasticca di ecstasy.
È difficile far comprendere ai ragazzi che non era fiction, che le immagini della sua cameretta piena di peluche e di vita erano reali.
Una storia pesante da raccontare e difficile da accettare, perchè spariglia le carte. C’è una ragazza che vive di sport e che ama la natura che muore di droga. I conti non tornano, il mondo è cambiato. Come ci diciamo spesso io e Maria, la mamma di Kristel, l’unica cosa che possiamo fare è raccontare la sua storia, allora Kristel la sentiamo ancora tra noi, ne avvertiamo la presenza nel mezzo della platea, ne percepiamo il pensiero.
I ragazzi ascoltano. Alla fine le lasciano lacrime e messaggi, percepiscono il dramma vero, forse crescono senza saperlo, forse rendono meno vana una morte assurda.
Scrive Tania, una studentessa di Osimo, sulla mia pagina di Facebook “A kristel che non è più tra noi, un saluto a questa meravigliosa stella che brilla nel cielo e che guidi tutti gli sciatori esordienti a mettercela tutta”.
L’evento lo ha organizzato il Rotary Club di Osimo, che ringrazio per la grande sensibilità mostrata. Degli amici con i quali è bello condividere idee e progetti.

Commenti

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento